Cannitello

Collegata a Villa San Giovanni da un ampio lungomare ricco di spunti paesaggistici, affacciata sullo stretto di Messina sorge Cannitello, il punto del continente più vicino alla Sicilia. Circondata da giardini lussureggianti, la sua costa che proprio da questo punto inizia ad elevarsi, presenta suggestivi scorci panoramici. Il suo nome sembra sia dovuto alle molte canne vi nascevano spontanee abbondantemente. Le origini sembra siano antichissime, e si pensa sia stato un centro molto importante in passato, questo grazie al ritrovamento di ruderi antichi, monete, mosaici, ecc. Anche a Cannitello non è scampata ai terremoti del 1783 del 1908, dai quali fu distrutta. Interessanti i rioni di Cannitello:

Forte di Altafiumara, si chiama così perhè è posta su un’altura ricca di vegetazione e degradante verso valle. Qui si trova un lussuoso complesso alberghiero in posizione panoramica sullo stretto. Un tempo questa struttura era un fortezza in cui era installati dei cannoni.

Cannone ,si trova tra la Chiesa di Maria Santissima di Porto Salvo e il Santuario di Maria Santissima delle Grazie di Pezzo. Nel 1902, nel tratto di mare tra la Chiesa di Cannitello e Pezzo vennero ritrovati un cannone e dei resti di una nave nel mare prospiciente. Fu attivata la Capitaneria di Porto di Messina e furono rinvenuti diversi cannoni in bronzo e in ferro ossidati. I cannoni recavano data del 1632 o 1638. Appartenevano a navi francesi, spagnole e olandesi. Si pensò, perciò, che nel corso dei una battaglia navale combattuta tra la flotta francese e quella spagnola nelle acque dello Stretto nel XVII secolo fosse affondata una grossa nave da guerra, ma nessuno si sarebbe curato poi di recuperare l’armamento ed il carico. Nel mare dello Stretto, nei pressi di Cannitello, vi sono stati altri recuperi di cannoni appartenenti a navi da guerra o commerciali del XVII e XVIII secolo.

Case Alte , Si tratta di una zona in collina ricca di vegetazione. Risale all’epoca delle invasioni turche.

Divale, è un rione a ridosso della fortezza dell’Alta Fiumara, nella zona dominata dalla Torre Cavallo. LA zona è ricca di vegetazione e si produce del buon vino Zibibbo.
Ferrito , è un piccolo centro adiacente a Cannitello, che si sviluppa lungo la Statale 18. A Ferrito si trova LA chiesa deicata alla Madonna del Rosario Il suo nime deriva dal fatto che un tempo qui si estraeva ferro per la fabbricazione delle armi .

Latticogna, si trova nella zona collinosa a nord di Cannitello. Da questa contrada prende il nome il primo ponte dell’Autostrada A3 dopo Santa Trada, in direzione di Reggio.

Porticello, è la zona a mare e luogo di villeggiatura estiva di molti reggini e villesi. Nelle acque antistanti il borgo fu trovato il relitto greco con la testa del Folosofo, mentre nelle vicinanze fu trovato il Poseidonio. Per la conformazione del territorio questa è una zona riparata dal vento e probabilmente in passato fu una importante zona in cui ripararsi in caso di forti raffiche di vento che rendevano difficile la navigazione.

Santa Trada, è una località collinare posta sopra il centro abitato di Cannitello, dopo Porticello, in prossimità di Altafiumara. Il nome pare che deivi da un antico monastero italogreco, dedicato alla Santissima Trinità (in greco Αγια Τριαδα, Haghia Triàda) Sul colle di Santa Trada si erge uno dei due Piloni dello Stretto, costruiti nel dicembre 1955 per il trasporto di elettricità in Sicilia tramite grossi cavi, poi rimossi nel settembre 1994. Il pilone rimane tutt’oggi come testimonianza tecno-archeologica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *