Maccarruni i casa

Maccarruni i casa
Il primo piatto tipico nel territorio reggino sono i “Maccarruni i casa”, maccheroni fatti con ingredienti semplici: pasta di grano , semola e acqua.
La realizzazione della forma dei maccarruni è semplice: si preparano dei cilindri di pasta di circa 4 centrimetri e si avvolgono ad un ferro di calza in modo da ricavarne dei maccheroncini forati. Sfilare con cura il ferro di calza e lasciarli asciugare ponendoli uno a fianco all’altro su una spianatoia. Vanno cotti in acqua bollente e salata. Vengono conditi con sugo di capra, di maiale o bue. Sicuramente il più tipico è “U Maccarruni cu’ Sucu ra Capra” cioè Maccheroni con il sugo di capra. E per completare una grattugiata di ricotta salata. I Maccarruni i casa si abbinano bene ai funghi e salsiccia o raramente anche al sugo di pesce.

INGREDIENTI (per 6 persone):
500 grammi di farina di grano tenero
500 grammi di farina di semola
acqua fredda quanto basta

PREPARAZIONE:
su una spianatoia versate la farina a fontana e versate poco alla volta l’acqua fredda al centro di essa. Incorporate la farina e aggiungete l’acqua fredda fino a che sia necessario, così da ottenere un impasto sodo.

Lavorate il tutto con le punta delle dita e successivamente con le mani, fino ad ottenere un panetto di pasta duro. A fine lavorazione, prendete il panetto e con le mani schiacciatelo sulla base dai lati, girando continuamente l’impasto per i maccheroni.

Adagiatelo su di un piano e copritelo con un panno pulito. Lasciate riposare il panetto per almeno mezz’ora prima di procedere con la preparazione dei maccheroni usando il ferretto. Staccate dalla palla di pasta un pezzo grande e rotolatelo con le mani fino a formare un cilindro.

Da questo ricavate dei fili di pasta tipo altri cilindri più fini dal diametro grande più o meno quanto una sigaretta. Ponete ad uno a uno questi cilindri al centro del ferretto in senso orizzontale e con il palmo della mano rullate il cilindro di pasta e il ferretto sulla spianatoia con un movimento deciso di avanti e indietro finché il cilindro di pasta si sarà allungato aderendo al ferretto.

La dimensione più usuale dei maccheroni tipici è quella lunga, ma si potrà scegliere se farli anche corti o medi. Ricordatevi di adagiare i maccheroni uno accanto all’altro senza farli attaccare e spolverate un po’ di farina su di essi. Questo impasto base per preparare i maccheroni è utile anche per altri formati, come le lagane e i rascatilli, simili agli strascinati pugliesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *