Sant’Elia di Palmi

Situata sul Monte S.Elia a mt. 579 s.l.m e a 8 km di distanza da Palmi, per la sua posizione panoramica è definita “il Balcone sul Tirreno”. Dal belvedere adiacente alla chiesetta si ammirano panorami unici al mondo : verso nord tutta la Piana di Gioia Tauro fino a Capo Vaticano, ad ovest le Isole Eolie, verso sud tutta la Costa Viola da Bagnara a Scilla e la costa siciliana. Una scalinata porta ad un altro suggestivo belvedere, sito sull’orlo di un precipizio a picco sul mare, da dove ben si vede la marina di Palmi (Marinella) situata ai piedi del monte, tra scogliere frastagliate. Un punto particolarmente suggestivo è il monumento delle tre Croci, risalente al 1900. Fu distrutto dal terremoto del 1908 e nel 1954 i cantonieri del Municipio lo vollero ricostruire. Oggi è un meraviglioso affaccio sull’abitato sottostante e sulla spiaggia della Marinella. La leggenda racconta dell’apparizione del diavolo che cercò di corrompere S. Elia mentre se ne stava raccolto in preghiera sul luogo dove oggi ha sede la chiesetta. Il Santo scacciò il diavolo colpendolo più volte e talmente forte da farlo arrivare dove oggi si trova Stromboli, creatosi appunto, come vuole la leggenda, dal violento impatto del diavolo con il mare. E’ possibile ancora oggi osservare su un masso situato al primo belvedere di S.Elia, i segni dello scontro tra il bene e il male. Proprio per la sua posizione, S. Elia è il posto ideale per trascorrere una rilassante giornata a contatto con la natura tra le verdi pinete presenti intorno. Nella pineta vicino il parcheggio del Ristorante Pizzeria Bar Baronem si trovano aree per il pic-nic ed un parco giochi. Molti appassionati di trakking giungono qui per percorrere il Sentiero del Tracciolino che da Sant’Elia si collega a Palmi regalando scorci panoramici meravigliosi sulle Isole Eolie . L’unico luogo di culto in questo bellissimo promontorio è la chiesetta dedicata a Sant’Elia, una piccola e moderna struttura eretta nel 1958 sullo stesso sito dove vi era un convento Basiliano distrutto dal sisma del 1783. Sullo stesso luogo fu costruita una nuova chiesa nel 1804 che fu distrutta dal terremoto del 1894. La nuova chiesa costruita agli inizi del 1900 fu danneggiata dal conflitto mondiale, così 1958 fu eretta l’attuale. Oggi Sant’ Elia è una delle stazioni climatiche estive più importanti della provincia di Reggio C. , il turismo è incentivato da un villaggio – camping e da ristoranti tipici dove gustare ottimi piatti tradizionali. Lo storico e famoso Ristorante Pizzeria Barone è sicuramente un ottimo riferimento per trascorre una bella giornata tra amici , assaporando piatti a base di carne, pesce o una buona pizza comodamente seduti nel grande terrazzo all’ombra di pini secolari. Ogni anno la penultima domenica del mese, si svolge la Festa di Sant’Elia Profeta, con grande partecipazione dei fedeli del posto e dei turisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *