Villa San Giovanni

Vivace cittadina situata a nord di RC, la sua ottima posizione topografica la rendono importante per il commercio e per i collegamenti marittimi con la Sicilia sin dall’antichità. E’stato sempre il punto di transito preferito tanto che la cittadina e sorta dove i romani avevano collocato “ Columna Rhegica” punto di attraversamento dello stretto che in questa zona misura 3 chilometri circa. Nel 1965 l’armatore Amedeo Matacena fondo la Caronte SPA la prima compagnia di navigazione privata ad effettuare il servizio di traghettamento nello Stretto di Messina, seguita nel 1967 dalla Tourist Ferry Boat S.p.A. del messinese Giuseppe Franza (le due società si sono fuse nel 2003, dando vita alla Caronte&Tourist). Dal suo attivo porto vi transita quasi tutto il traffico automobilistico e ferroviario.
In passato Villa San Giovanni aveva importanti attività industriali come le filande, infatti tra la fine del XVIII e la prima metà del XX secolo era particolarmente famosa per l’allevamento del baco da seta, oggi di quei luoghi di lavoro restano solo pochi ruderi delle 56 che operarono anticamente. Le filande costituivano una importante fonte di lavoro e di sostentamento per la popolazione locale. Villa S.G. era famosa anche per l’industria della pipa, nel 1913 la fabbrica francese Vassas produceva e raffinava pipe in radica di Erica. Vi lavoravano un cinquantina di operai , il legno proveniva dai boschi dell’Aspromonte e dalla Sicilia. La fabbrica chiuse nei primi degli anni ottanta.
Da visitare la Chiesa dell’Immacolata elevata a parrocchia nel 1789. Il primo edificio risale al 1768 e fu distrutto dal terremoto del 1783, ricostruita in Piazza della Pretura, quindi in un sito diverso dall’attuale, fu distrutta dal terremoto del 1908. Il nuovo tempio venne ricostruito e consacrato nel 1929 ed oggi presenta una bella facciata in stile gotico-normanno con decorazioni orientaleggianti e un interno a croce latina diviso in tre navate con un interessante mosaico raffigurante Cristo e una serie di sessantadue tempere del pittore Tassinari di Avezzano.
A Villa si trovano molti ristoranti dove degustare piatti a base di pesce di mare e gelaterie per un buon cono gelato. E’ bello passeggiare sul lungomare che porta fino alla frazione di Cannitello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *